Menu
Mostra menu

Calendario storico

Anno 2014 - A tutela delle pubbliche manifestazioni

Calendario 2014 - Il contrasto alle organizzazioni mafioseCalendario 2014 - Il contrasto alle organizzazioni mafiose

Testo pagina destra

Il contrasto alle organizzazioni mafiose a storia dei Carabinieri s'intreccia, sin dall'inizio, con la lotta alla criminalità: dal "brigantaggio" ottocentesco ai giorni nostri, l'impegno contro ogni forma di organizzazione mafiosa ha visto l'Arma affrontare in prima linea, con coraggio e determinazione, sfide sempre più aspre e cruente. Gli innumerevoli atti di eroica quotidianità sono stati pagati a caro prezzo: troppo lunga la lista degli attentati e dei conflitti a fuoco e, ovviamente, anche dei Carabinieri che hanno offerto il bene supremo della vita per garantire la legalità, la sicurezza e la civile convivenza dei cittadini.

Sullo sfondo di questa "tavola" campeggiano i volti di uomini dell'Arma che, con il loro sacrificio, hanno contribuito a perpetuare il ruolo del Carabiniere quale "… difensore incrollabile della collettività nazionale": il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, vittima di un agguato mafioso, a Palermo, la sera del 3 settembre 1982; il Brigadiere Carmine Tripodi, giovane Comandante di Stazione, ucciso a San Luca (RC) il 6 febbraio 1985; il Capitano Emanuele Basile, Comandante della Compagnia di Monreale (PA), colpito mortalmente il 4 maggio del 1980 mentre passeggiava in una via cittadina, tenendo per mano la figlioletta; il suo successore, Capitano Mario D'Aleo, caduto, unitamente al Brigadiere Giuseppe Bommarito e al Carabiniere Pietro Morici, il 13 giugno 1983, a seguito di un vile attentato.