Menu
Mostra menu

Calendario storico

Anno 2010 - Sacerdoti del dovere


Calendario 2010  Calendario 2010


Testo pagina di sinistra

Quello del Giuramento è un rito che si ripete annualmente: per la prima volta gli Allievi indossano il caratteristico pennacchio rosso-blù per presentarsi alle Autorità e al pubblico al meglio della loro preparazione formale. All’improvviso nel cortile della caserma cade un silenzio assoluto, interrotto soltanto da comandi secchi e dal passo cadenzato dei giovani militari. E’ il momento della commozione trattenuta visibilmente dai protagonisti della manifestazione, i neo-Carabinieri.
Meno trattenuta lo è da parte dei parenti e amici, accorsi a Roma, a Torino, a Firenze, a Campobasso, a Fossano, a Iglesias, a Velletri, a Reggio Calabria, a Benevento, ovunque vi sia una Scuola Carabinieri. E’ il momento delle lacrime, miste al sorriso di gioia per avere un figlio o un fratello o un nipote Carabiniere. Non si sottraggono a una composta commozione anche i veterani dell’Associazione Nazionale Carabinieri, orgogliosi di indossare ancora gli alamari, il copricapo e il colletto filettati di rosso e turchino; la cerimonia del Giuramento evoca in loro momenti vissuti mezzo secolo addietro, ma anche l’intera vita al servizio della Nazione dopo aver giurato fedeltà alle Istituzioni. La trepidazione non risparmia nessuno in un giorno solenne come questo. La madre di un Allievo - asciugandosi le lacrime - ha confessato: “E’ come se mio figlio oggi prendesse i voti; sta per diventare un sacerdote del dovere”.

Testo pagina di destra

Sopra, due immagini separate da oltre 100 anni: a sinistra, Re Vittorio Emanuele III passa in rassegna gli Allievi Carabinieri prima del Giuramento agli inizi del secolo scorso;

a destra, lo schieramento in occasione del Giuramento dello scorso anno. La caserma è la stessa, quella della Legione Allievi di Roma, tradizionale fucina di Carabinieri, con la statua del Re Umberto I e gli stessi alberi, secolari testimoni di un rito che si rinnova anno dopo anno.

Nella pagina a fianco, le immagini di due figure mitiche dell’Arma, il Capitano Chiaffredo Bergia e il Maresciallo Maggiore Lorenzo Gasco, che iniziarono la carriera da Allievi Carabinieri, concludendola poi col maggior numero di medaglie al Valore mai concesse a singoli militari. A destra, Allievi della Scuola di Torino in visita al Monumento al Carabiniere del capoluogo piemontese.