Menu
Mostra menu

Calendario storico

Anno 2010 - Presentazione


Calendario 2010  Calendario 2010



Didascalia immagine pagina di sinistra

Il Giuramento di un Ufficiale dei Carabinieri in una sala del Palazzo Reale di Torino. Il solenne atto avveniva “individualmente” in presenza del Sovrano. L’illustrazione si riferisce al 1822, sotto il regno di Carlo Felice, raffigurato mentre riceve il Giuramento di fedeltà dell’Ufficiale.

Didascalia immagine pagina di destra

Tenente dei Carabinieri Reali del 1820. Per il posto che il “Corpo” occupava nell’Armata Sarda, “primo tra gli altri”, i suoi Ufficiali, all’epoca in numero di appena 69, erano tenuti a prestare Giuramento di fedeltà al Sovrano e alle leggi del Regno Sabaudo.

Didascalia immagine pagina di destra

Torino, Piazza Madama in una stampa d’epoca. In primo piano, sulla destra, vi è un Carabiniere nella primitiva uniforme. Nel Palazzo Reale, sullo sfondo, si celebrava la cerimonia del Giuramento per gli Ufficiali del Corpo dei Carabinieri Reali, alla presenza del Re e delle più alte cariche del Regno, civili e religiose.

Testo pagina di destra

In data 11 dicembre 1821, il Re Carlo Felice promulgò un editto per regolamentare la “solenne prestazione del Giuramento de’ suoi vassalli, e dei deputati delle città e terre dei regi stati, e de’ varii corpi delle regie truppe”.
L’austerità dell’atto veniva così enunciata:
“L’infinita gratitudine, che dobbiamo alla divina Provvidenza per aver sì prontamente ridonato l’ordine e la calma a questi dominj, esige da noi, che si richiami alla più esatta osservanza quell’atto religioso e solenne, con cui all’avvenimento al trono di un regnante si consolidano davanti a Dio sommo e tremendo i vincoli di ferma protezione, e difesa del Sovrano verso i suoi popoli, e di irrevocabile fedeltà di questi verso il Sovrano”.
Veniva altresì prescritto che alla cerimonia intervenissero il Governatore o Comandante di ogni capoluogo, l’Arcivescovo, il Presidente Capo del Senato, l’Avvocato Generale e l’Intendente Generale. Il Giuramento doveva essere prestato “al cospetto” del Sovrano il giorno 14 marzo di ogni anno. Questa data non è stata mai spostata da quel lontano 1821 ed è rimasta fissata per ogni evento di particolare rilievo del Regno di Sardegna e, poi, del Regno d’Italia. La cerimonia di concessione della Bandiera Nazionale alla Legione Allievi Carabinieri di Roma è avvenuta, infatti, il 14 marzo 1894.