Menu
Mostra menu

Calendario storico

Anno 2009 - Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige


Immagine del calendario  Immagine del calendario



Didascalia immagine pagina di sinistra

Tre immagini del secolo scorso: sopra, il Castello del Buonconsiglio di Trento; a destra, il Castello Miramare di Trieste; sotto, il Palazzo Ducale di Venezia. Tutte le località sono presidiate da militari dell’Arma, la cui costante presenza costituisce motivo di tranquillità per le popolazioni locali.


Didascalia immagine pagina di destra


A sinistra, in alto, Carabinieri rocciatori sul ghiacciaio della Marmolada, nelle Alpi Tridentine; a lato, pattugliamento navale a Trieste, in prossimità del Castello Miramare; sotto, servizio dell’Arma sul Canal Grande, a Venezia.


Testo pagina di destra

Con la conclusione della Terza Guerra d’Indipendenza, siglata con il trattato di pace tra Italia ed Austria del 3 ottobre 1866, il Veneto venne ceduto a Napoleone III, che ne fece “dono” all’Italia il 19 ottobre dello stesso anno nel corso di una solenne cerimonia svoltasi a Venezia. Il Trentino e la Venezia Giulia restavano però all’Austria. Prima ancora, il 23 luglio, il Comandante del 4o Corpo d’Armata Italiano aveva affidato al Comando Carabinieri della sua Unità il governo militare delle Province di Rovigo e di Padova. Il 30 ottobre successivo venne istituita una Legione dell’Arma dei Carabinieri per le province venete, la 13a, il cui Comando, posto in Verona, abbracciava tutto il Veneto e la provincia di Mantova. Dovettero passare ancora 52 anni prima che Trento e Trieste e i relativi territori venissero uniti alla Madrepatria, con la contemporanea istituzione delle Legioni provvisorie insediate nelle due città simbolo. Attualmente nel Triveneto hanno sede 3 Comandi di Regione (Padova, Bolzano e Udine), dipendenti dal Comando Interregionale “Vittorio Veneto” (Padova), che hanno competenza ordinativa su 13 Comandi Provinciali (Belluno, Bolzano, Gorizia, Padova, Pordenone, Rovigo, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza), 62 Compagnie, 3 Tenenze e 538 Stazioni (268 in Veneto, 157 nel Trentino-Alto Adige e 113 nel Friuli-Venezia Giulia). Nei territori veneti operano altresì il 7o e il 13o Reggimento Carabinieri (Laives e Gorizia), il 4o Battaglione Mobile “Veneto” (Mestre), il Centro Addestramento Alpino (Selva Val Gardena), 2 Nuclei Elicotteri (Treviso e Bolzano) e vari Reparti Speciali. A Vicenza hanno inoltre sede il Quartier Generale Permanente della Gendarmeria Europea (“EGF”), attualmente retto dall’Arma, ed il “Centro di Eccellenza per le Stability Police Units”  (“CoESPU”), istituito dai Carabinieri d’intesa con le Nazioni Unite ed il Dipartimento di Stato americano.