Menu
Mostra menu
  • >
  • Editoria
    >
  • Calendario Storico
    >
  • Il Calendario
    >
  • Anni 2009-2000
    >
  • 2008
    >

Calendario storico

Anno 2008 - Gennaio


Equitazione  Equitazione



Testo pagina di sinistra

Nel 1814, all'atto della fondazione del « Corpo dei Carabinieri Reali», l'equitazione era considerata, una specializzazione essenziale per essere ammessi nell'Istituzione. Degli 803 militari che formavano il Corpo all'origine, 476 erano a cavallo, ma anche i rimanenti erano esperti cavalieri. La carica di Grenoble del 1815 e quella, epica, di Pastrengo del 1848, consacrarono le virtù dei Carabinieri in campo ippico, destinate a perpetuarsi attraverso le competizioni agonistiche e il Carosello Storico, nato nel 1933. Nelle immagini, uno splendido salto durante un'esercitazione nel 1913 e, a sinistra, lo «scivolo»; affrontato da un intero reparto nel 1935. L'Arma dei Carabinieri è attualmente la sola forza militare italiana ad avere in organico un Reggimento a cavallo con funzioni operative. Il Reggimento Corazzieri, che parte dell'Arma, completa autorevolmente la struttura ippica dell'Istituzione.


Testo pagina di destra

Carabinieri e Sport: un binomio vincente, un connubio collaudato. A nome detto Sport italiano, di cui mi onoro essere il Presidente, sento il dovere di rivolgere il mio più sentito ringraziamento all'Arma dei Carabinieri per quanto ha fatto nella sua Storia per il nostro mondo. Le 27 medaglie d'oro olimpiche vinte da atleti che appartengono a questa esemplare Istituzione, tra le quali ricordo con emozione quella vinta dal Colonnello D'Inzeo, nell'Olimpiade di Roma del 1960, rappresentano una parte prestigiosa di tutto il mo¬vimento sportivo italiano, dai Giochi Estivi a quelli, soprattutto, Invernali, considerato che l'esperienza e la familiarità con le montagne trova¬no le loro origini nelle tradizioni proprie dei Carabinieri agli albori del diciannovesimo secolo. Noi tutti siamo grati a quest'Arma per il grande lavoro di sostegno fornito allo Sport, arruolando e forgiando tanti gio¬vani atleti diventati poi campioni inimitabili. È superfluo rammentare quanto i Carabinieri hanno contribuito ad incrementare l'attività agonistica dello Sport italiano, trasfondendo la loro determinazione ed il loro spirito di sacrificio in altre generazioni di atleti. Per questo sono orgoglioso di esternare questo mio giudizio per il Calendario dell'Arma che compie 80 anni proprio nell'anno in cui si celebrano i Giochi Olimpici di Pechino. Un Calendario storico come è storica l'epopea dei Carabinieri netto Sport.

GIOVANNI PETRUCCI
Presidente del CONI