Menu
Mostra menu
  • >
  • Editoria
    >
  • Calendario Storico
    >
  • Il Calendario
    >
  • Anni 2009-2000
    >
  • 2001
    >
Calendario storico
Anno 2001


Mese di gennaio - La riscoperta dei valoriLa fiducia

 


LA RISCOPERTA DEI VALORI

Ho conosciuto una persona professionalmente impeccabile, un maestro nel suo mestiere o forse nella sua arte. Quando lavorava (di sera, nei giorni di festa o di vacanza), si scatenava e, pur senza malvagità, riusciva a esprimere il peggio di sé: beveva più del necessario, alzava il tono della voce, parlava a sproposito ... insomma, mostrava di non avere alcuno stile di vita. Era una sorta di Jekyll e Hyde. Lasciando perdere gli eccessi del mio conoscente, è comunque tutt'altro che usuale il caso che stile di vita e professione si condizionino a vicenda. Troppo spesso si dimentica  che lo stile è l'uomo. Indagare sul perché del fenomeno porterebbe lontano: la risposta più ovvia è anche la più credibile, ed è che la gente non sempre riesce a individuare valori cui attenersi, e, quand'anche sappia operare le necessarie distinzioni, si convince che la vita di tutti i giorni non è toccata da questo problema. Discutere dunque dei valori non è futile, sempre che, al termine della chiacchierata, il Lettore o trovi una conferma del proprio stile di vita o trovi un valido criterio di giudizio. Non si chiede all'uomo della strada di agire con quella vocazione che si chiede ai religiosi e, tra i militari, soprattutto ai Carabinieri. Si suggerisce solo un maggior senso di responsabilità, perché, contrariamente all'opinione più diffusa che esalta la felicità della sregolatezza, la nostra esperienza terrena diventa più bella e più degna solo se ricondotta ai significati più profondi. Una breve chiosa sull'avverbio "soprattutto" usato per i Carabinieri. Il caso dei Carabinieri, accanto a quello dei religiosi, rivela il massimo della compenetrazione tra pubblico e privato: una commistione voluta e sancita sin dalla fondazione dell'Arma, e infatti si affermava 'che non si può servire il popolo e intervenire contro i trasgressori della Legge senza disciplinare in modo esemplare il proprio stile di vita". Insomma: un buon carabiniere deve essere anzitutto un buon cittadino.