Menu
Mostra menu

Calendario storico

Anno 1997


Per sedare in Cina  la Rivolta dei Boxers e a protezione delle comunità occidentali Pagina di destra



Testo pagina di destra

La seconda missione umanitaria dei Carabinieri all'estero si svolse agli inizi del secolo in Cina.In questo grande paese una setta di fanatici denominati "boxers" per la loro professione dello sport pugilistico, era animata da un forte spirito xenofobo, al punto da essere indotta ad uccidere alcuni rappresentanti del Corpo diplomatico delle Potenze occidentali. La rísposta fu energica ed immediata. Germania, Russia, Inghilterra, Italia e Stati Uniti d'America inviarono forti contingenti militari nelle città cinesi sedi di rappresentanze diplomatiche, per proteggerne i componenti e per procedere all'eliminazione del fenomeno dei "boxers".L'Italia inviò reparti di Carabinieri, di Bersaglieri e di Marinai, che vennero dislocati nelle località maggiormente interessate all'ondata xenofoba. L'intervento diede i risultati sperati, pur dopo una sottile lotta durata alcuni anni.