Menu
Mostra menu
  • >
  • Editoria
    >
  • Calendario Storico
    >
  • Il Calendario
    >
  • Anni 1999-1990
    >
  • 1994
    >

Calendario storico

Anno 1994



Pagina extra n.1 del calendario 1994 Pagina extra n.1 del calendario 1994



Presentazione

Cento anni or sono, sul piazzale del Macao in Roma, venne solennemente assegnata alla Legione Allievi Carabinieri la Bandiera Nazionale. Era il 14 marzo 1894. Prima di quella data, soltanto i Reggimento di Fanteria e le Grandi Unità operative dell'Esercito avevano in dotazione il Vessillo tricolore.
Nei cento anni che sono trascorsi da quella cerimonia solenne, i Carabinieri hanno onorato con atti di valore, in pace e in guerra, la loro Bandiera, che oggi risulta decorata più di ogni altro Vessillo militare.
Nelle pagine di questo Calendario, le immagini di Antonella Muccino, testimoniando gli episodi salienti delle virtù civili e militari dei Carabinieri, celebrano il 1° Centenario della consegna della Bandiera all'Arma Benemerita.
Questa celebrazione è stata accostata al dono del Vessillo nazionale da parte di tutti i Comuni d'Italia alle "loro" Stazioni Carabinieri, negli anni immediatamente successivi alla Prima Guerra Mondiale. L'iniziativa ebbe origine proprio durante il conflitto, per merito della Giunta comunale di Castelnuovo di Magra, un piccolo Comune in provincia di La Spezia. "Ho constatato già diverse volte - scrisse il Sindaco al Comandante Generale dell'Arma - che questa popolazione nell'improvviso entusiasmo per le vittoriose affermazioni del nostro Esercito si è riversata sulle pubbliche vie imponendo l'esposizione del Tricolore agli uffici e alle case dei privati. Tale esposizione è stata sempre richiesta con forte insistenza alle finestre di questa Caserma dei RR. Carabinieri ma non è stata mai ottenuta perché, come giustamente ha osservato il Comando della Legione di Torino, questa Stazione non è autorizzata ad essere provvista del Tricolore. Ciò non di meno, questa On. Giunta aderendo al desiderio della popolazione ha deliberato di donare alla Caserma un Tricolore da esporsi nelle suaccennate occasioni. Pertanto mi permetto di intercedere presso l'E.V. perché voglia autorizzare lo scrivente a fare il summenzionato dono a questo Comandante la Stazione a riceverlo". L'iniziativa dilagò in tutta Italia, si formarono comitati, vennero promosse sottoscrizioni, i giornali pubblicarono periodicamente l'elenco delle somme raccolte e dei donatori; insomma nel giro di pochi anni, dopo la Stazione di Castelnuovo di Magra, tutte le Stazioni e i Comandi dell'Arma ebbero la possibilità di esporre il Tricolore donato dalle popolazioni italiane,
La Bandiera dello Stato, sintesi emblematica dell'unita nazionale, è il tema che il nostro Calendario intende celebrare quest'anno per riaffermare la fedeltà dei Carabinieri ai valori fondamentali della Patria unitaria, che nel Vessillo tricolore si identificano.

Gen. C.A. Luigi Federici
Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri