Menu
Mostra menu
  • >
  • Editoria
    >
  • Calendario Storico
    >
  • Il Calendario
    >
  • Anni 1999-1990
    >
  • 1993
    >

Calendario storico

Anno 1993



Pagina sx. mese luglio 1993 Pagina dx. mese luglio 1993



La struttura del sistema di polizia dell'Italia è basata su di una distinzione fra il concetto di polizia di sicurezza, cui compete il mantenimento dell'ordine pubblico e la prevenzione dei reati, e quello di polizia giudiziaria, cui spetta la repressione dei reati stessi. Le funzioni relative alla prima risalgono alla competenza del Ministero dell'Interno, quelle della seconda all'Autorità Giudiziaria. Le forze di polizia italiane sono l'Arma dei Carabinieri, organo militare dipendente dal Ministero della Difesa con un organico di oltre 115.000 uomini, la Polizia di Stato, struttura civile alle dipendenze del Ministero dell'Interno con un personale, anche femminile che supera le 105. 000 unità, e la Guardia di Finanza, corpo anch'esso militare dipendente dal Ministero delle Finanze, la cui forza è di circa 66.000 uomini.
Vi sono poi in Italia altre due istituzioni, con competenze molto specifiche, vale a dire il Corpo di Polizia Penitenziaria, organismo civile inquadrato nell'ambito del Ministero di Grazia e Giustizia e composto da cima 33.000 dipendenti, a cui recentemente è stata affiancata un'aliquota femminile, e il Corpo Forestale dello Stato, emanazione dei Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste, formato da 6.700 uomini. L'Arma dei Carabinieri affonda le sue radici operative in ogni settore della vita pubblica con uno schema organizzativo che non tralascia nessun aspetto dell'ordine pubblico, della lotta alla criminalità, della difesa dei cittadini e della prevenzione dei reati. Essa, infine, è l'unica ad avere funzioni di Polizia Militare, anche con valenza internazionale, e vanta nel suo organico il Reggimento "Carabinieri Guardie della Repubblica", più noti come Corazzieri.