Menu
Mostra menu
  • >
  • Editoria
    >
  • Calendario Storico
    >
  • Il Calendario
    >
  • Anni 1989-1980
    >
  • 1988
    >

Calendario storico

Anno 1988



Pagina sx. mese marzo 1988 Pagina dx. mese marzo 1988



E' il 26 ottobre 1860: nei pressi di Teano, in Campania, Vittorio Emanuele II e Garibaldi, con i propri stati maggiori, s'incontrano per dar modo all'"eroe dei due mondi" di consegnare simbolicamente al re di Sardegna le province meridionali conquistate dopo l'impresa dei Mille. I Carabinieri partecipano allo storico evento con un drappello di scorta al sovrano. Inizia così quella iconografia patriottica che vuole i Carabinieri presenti in tutte le immagini a cui è stato affidato il racconto storico delle vicende nazionali, quasi a suggellare l'austerità e la solennità di certi momenti. Dall'incontro di Teano, come ce lo ha descritto in un celebre dipinto Girolamo Induno, alle immagini risorgimentali di Carlo Bossoli, ai bozzetti militari di Giovanni Fattori, fino agli affreschi di Piero Aldi nel Palazzo Comunale di Siena, i Carabinieri conferiscono ufficialità ai fatti salienti della nostra storia. Ma non si tratta soltanto di coreografia: i Carabinieri hanno sempre operato per l'unità dello Stato fino a divenirne l'immagine stessa. La. vita di Vittorio Emanuele II è ricca di tanti episodi, da cui emerge quanta considerazione egli avesse per quei "militari per buona condotta e saviezza distinti", tant'e che proprio sotto il suo regno (seduta parlamentare del 24 giugno 1864) all'Arma venne riconosciuto quell'appellativo di Benemerita" con cui essa - da oltre un secolo - viene definita per antonomasia.