Menu
Mostra menu

Calendario storico

Anno 1984



Pagina di sinistra Pagina di destra


Testo pagina di sinistra

Il Molise, insieme con la Valle d'Aosta e la Basilicata, è una delle regioni italiane prive di Legione Carabinieri. Al momento della sua annessione al Regno d'Italia, il suo territorio venne inserito nello scompartimento della Legione di Napoli (la 7^), istituita nel 1861. Il suo capoluogo, Campobasso, divenne sede di comando di Compagnia, prima alle dipendenze della Divisione di Napoli e successivamente di quella di Benevento, con Luogotenenze a Larino e Isernia. Costituita la Legione di Roma, questa assorbì nel 1877 i comandi Carabinieri del Molise, che dipesero tre anni dopo in linea gerarchica dalla Divisione di Foggia, a sua volta passata nel 1885 alla ricostituita Legione di Ancona, apportandole anche la Compagnia di Campobasso. L'elevazione di questo capoluogo a sede di comando di Divisione risale al 1907, anno in cui venne creata la Compagnia di Larino, seguita sette anni dopo da quella di Isernia e nel 1929 da quella di Termoli. L'appartenenza dei comandi dell'Arma nel Molise ad un definitivo ambito legionale risale al 1944, quando essi furono assorbiti dalla Legione Carabinieri Reali degli Abruzzi (Chieti), dopo essere appartenuti dal 1917 al 1919 alla Legione di Bari, quindi una prima volta a quella di Chieti fino al 1929 e da quell'anno al dopoguerra nuovamente allo scompartimento pugliese. Attualmente il Molise ha due comandi di Gruppo, con sede a Campobasso e Isernia.

 

Testo pagina di destra

Subito dopo l'occupazione delle province napoletane da parte del gen. Garibaldi, nel settembre 1860 venne decretato dal "Luogotenente Generale del Re" la creazione di un "Reggimento di Carabinieri Reali per la città di Napoli", formato anche da ex Gendarmi dell'esercito borbonico. Fu questo il nucleo originario da cui derivò la Legione Carabinieri di Napoli (la 7^), costituita il 10 luglio 1861 e articolata nelle Divisioni di Napoli 1^, Napoli 2^, Caserta (Terra di Lavoro) e Benevento. Contemporaneamente venne creata la Legione di Salerno (la 10^), con le Divisioni di Salerno (Principato Citeriore), Avellino (Principato Ulteriore) e Potenza. La sua esistenza ebbe sorti alterne, in quanto venne soppressa nel 1868, ricostituita nel 1919, nuovamente soppressa nel 1927 e ripristinata il 10 luglio 1951 con lo scompartimento attuale (Gruppi di Salerno, Avellino, Matera e Potenza). Alla Legione di Napoli fu assegnata, fino al 1877, un'ampia fascia territoriale che si estendeva dal Tirreno all'Adriatico, comprendente le province napoletane e il Molise. Ceduta in quell'anno la Divisione di Campobasso alla nuova Legione di Roma e dopo aver inglobato e nuovamente ceduto i territori di Salerno, Benevento e Avellino fra il 1919 e il 1951, la Legione di Napoli ha infine assunto l'attuale articolazione, che comprende i Gruppi di Napoli I, Napoli II, Benevento e Caserta.