Menu
Mostra menu

Calendario storico

Anno 1984



Pagina di sinistra Pagina di destra


Testo pagina di sinistra

La Calabria, entrata a far parte dello Stato unitario a seguito di plebiscito popolare insieme con le altre regioni dei disciolto regno delle Due Sicilie, il 1° luglio 1861 ebbe il suo primo scompartimento territoriale dell'Arma dei Carabinieri costituito dalla Legione 11^, con sede a Catanzaro, e dalle Divisioni della Caiabria Citeriore e della Calabria Ulteriore. L'anno successivo questi due comandi furono precisati coi nome delle città di Catanzaro e di Cosenza, alle quali si aggiunse nel 1864 Reggio Calabria, divenuta anch'essa sede di Divisione. Così articolata, la Legione calabra iniziò la sua difficile attività, resa ancora più complessa con l'incorporazione nel 1868 di gran parte dei territori della disciolta Legione di Salerno, trovandosi così ad avere competenza anche sulla Basilicata e sulla Campania meridionale. Nell'ambito dei ridimensionamenti apportati dall'Arma alla propria struttura per adeguarsi alle mutate esigenze operative, il 20 maggio 1877 venne decisa la soppressione della Legione di Catanzaro, il cui scompartimento andò a dilatare quello della Legione di Bari. Soltanto il 5 ottobre 1916 il capoluogo calabro tornò ad essere sede di comando di Legione, avendo inizialmente alle dipendenze la sola Divisione di Catanzaro e recuperando l'anno successivo i suoi antichi comandi, compreso quello di Potenza (quest'ultimo per breve tempo). Oggi la Legione di Catanzaro ha giurisdizione sui territori dei Gruppi di Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria.

Testo pagina di destra

Il Generale Garibaldi, dopo la conquista della Sicilia, il 14 luglio 1860 costituì nell'isola il "Corpo di Carabinieri in Sicilia", affidandone il comando, nell'agosto seguente, al maggiore dei "Carabinieri di Terraferma" Saverio Massiera. Nell'imminenza del plebiscito di annessione ai Regno sardo (ottobre 1860), venne istituito a Palermo anche un "Corpo di Carabinieri Reali", che coesistette con quello siciliano fino al dicembre successivo, allorché entrambi vennero fusi nel Corpo dei Carabinieri. Divenuta Palermo sede dei comando della Legione 12^ (6 marzo 1861), questa ebbe alle sue dipendenze le tre Divisioni di Palermo, Caltanissetta e Messina, uniche in tutta la Sicilia, alle quali si aggiunsero poi quelle di Catania nel 1864 e di Trapani, Siracusa e Girgenti (Agrigento) nel 1870. La seconda Legione Carabinieri dell'isola, quella di Messina, fu istituita nel 1916, con competenza iniziale soltanto sulla provincia omonima, per comprendere l'anno successivo anche le Divisioni di Catania e di Siracusa, cedute dalla Legione di Palermo, nel 1927 quella di Ragusa, di nuova istituzione, e nel 1929 quella di Enna, appartenuta per soli due anni allo scompartimento di Palermo sotto il nome di Castrogiovanni. In oltre 50 anni lo scompartimento dell'Arma in Sicilia è rimasto pressoché invariato, ad eccezione della denominazione dei Comandi provinciali, trasformati nel 1936 in ambito nazionale da Divisioni in Gruppi.