Menu
Mostra menu

Indagini su crimini violenti

Omicidio di Sara SCAZZI avvenuto ad Avetrana (TA) il 26 agosto 2010. Le indagini hanno permesso di individuare gli autori ed i complici dell’omicidio. Le attività investigative si sono concluse con l’arresto di 5 persone nonché con la denuncia, per reati correlati, di altre 6 persone. Gli imputati sono stati condannati con giudizio d’appello nel luglio 2015, sentenza poi confermata in Cassazione nel febbraio 2017.

Omicidio di Yara GAMBIRASIO avvenuto a Brembate di Sopra (BG) il 26 novembre 2010. Le indagini, condotte da un pool congiunto (Arma dei Carabinieri e Polizia di Stato) si sono concluse con l’arresto di 1 persona e si sono avvalse delle più moderne tecnologie investigative. L’imputato, a ottobre 2018, è stato condannato in via definitiva alla pena dell’ergastolo.

Attentato dinamitardo all’Istituto Scolastico “Morvillo - Falcone” avvenuto a Brindisi il 19 maggio 2012. Le indagini hanno permesso di individuare l’autore dell’attentato che ha provocato la morte di una ragazza minorenne ed il ferimento di altre 5 giovani. Le attività investigative si sono concluse con l’arresto di 1 persona e sono state condotte da un pool interforze (Arma dei Carabinieri e Polizia di Stato). L’imputato, nel novembre 2014, è stato condannato in via definitiva all’ergastolo e, nei suoi confronti, è stato disposto un ingente sequestro di beni patrimoniali per il risarcimento delle vittime.

ROS Crimini violentiOmicidio di Loris STIVAL avvenuto a Santa Croce di Camerina (RG) il 29 novembre 2014. Le indagini, che si sono concluse con l’arresto della madre del piccolo Loris, sono state condotte da un pool congiunto Arma dei Carabinieri - Polizia di Stato. La donna, a novembre 2019, è stata condannata in via definitiva a 30 anni di reclusione.

Strage di Palagiano (TA) avvenuta a Palagiano (TA) il 17 marzo 2014. Le indagini hanno permesso di individuare il mandante dell’eccidio (con precedenti per associazione mafiosa) in cui furono assassinati un pregiudicato, la sua convivente e il figlio di quest’ultima di appena due anni. Le attività investigative si sono concluse con l’arresto del mandante della strage che, in primo grado, è stato condannato alla pensa all’ergastolo. L’interessato è deceduto nel 2018.

Omicidio di Roberta RAGUSA avvenuto a San Giuliano Terme (PI) il 13 gennaio 2012. Le indagini hanno permesso di individuare il coniuge della donna quale responsabile dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere. L’imputato, a luglio 2019, dopo la condanna in via definitiva a 20 anni di reclusione è stato tratto in arresto. 

Duplice omicidio di Gianluca MONNI e Stefano MASALA avvenuto a Orune (NU) l’8 maggio 2015. Le indagini si sono concluse con l’arresto dei 2 autori, uno dei quali minorenne e con la denuncia in stato di libertà di 32 favoreggiatori. Le attività investigative hanno evidenziato che i fatti erano stati commessi in conseguenza di un litigio. L’imputato minorenne è stato condannato a 20 anni di reclusione in via definitiva, mentre per l’altro imputato, nel luglio 2020, è stata confermata anche in appello la condanna all’ergastolo.

Omicidio di Alfio Vittorio MOLTENI avvenuto a Carugo (CO) il 14 ottobre 2015. L’indagine, sviluppata da ottobre 2015 a novembre 2017, ha documentato che il delitto era riconducibile a contrasti in ambito familiare. Le indagini si sono concluse con l’arresto di 14 persone, tra i quali i mandanti (fra cui l’ex moglie della vittima), l’intermediario, autori materiali, fiancheggiatori e autori di altri reati (contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti). Con sentenza, divenuta definitiva nel febbraio 2021 è stata condannata la moglie della vittima (mandante dell’omicidio) a 20 anni di reclusione mentre il suo amante e l’esecutore materiale dell’omicidio sono stati condannati all’ergastolo. Gli altri soggetti coinvolti sono stati condannati, sempre in via definitiva, a pene minori.

Assalti a Istituti di Credito in Molise, Puglia e Campania avvenuti tra marzo e maggio 2016. L’attività d’indagine finalizzata all’individuazione degli autori degli assalti realizzati con l’utilizzo di esplosivo si è conclusa con l’arresto di 2 persone appartenenti alla criminalità organizzata foggiana, autori anche del tentato omicidio di 2 militari dell’Arma in occasione di uno scontro a fuoco.

Duplice omicidio di Trifone RAGONE e Teresa COSTANZA avvenuto a Pordenone il 17 marzo 2015. Le indagini, che hanno ricondotto l’evento a futili motivi, si sono concluse con l’arresto, nel marzo 2016, dell’autore (un militare E.I.) e di una donna accusata di favoreggiamento (fidanzata dell’omicida). L’imputato è stato condannato all’ergastolo con sentenza divenuta definitiva nel gennaio 2021.

Strage di San Marco in Lamis avvenuta il 9 agosto 2017. Le indagini, in cui furono uccise 4 persone delle quali 2 testimoni casuali, hanno ricondotto i fatti al contesto della criminalità organizzata foggiana. Le attività investigative si sono concluse con l’arresto, il 16 ottobre 2018, di 1 persona, condannata nel dicembre 2020, all’ergastolo.

Omicidio di Niccolò Ciatti avvenuto a Lloret de Mar (SPAGNA) il 13 agosto 2017. Le indagini hanno permesso di individuare e arrestare 2 ceceni responsabili del fatto di sangue avvenuto a seguito di un’aggressione in discoteca.

Omicidio della minorenne Noemi Durini avvenuto a Castrignano del Capo (LE) il 3 settembre 2017. Le indagini hanno permesso di individuare quale autore dell’omicidio il fidanzato della vittima, anch’egli minorenne che è stato sottoposto a fermo il 14 settembre 2017. La Corte di Appello per i Minori a giugno 2019 ha confermato la condanna a 18 anni e 8 mesi emessa in precedenza dal Tribunale per i minorenni.