Menu
Mostra menu

Uniforme di cordellino nero per ufficiali mod. 1934

Bustina da campo per ufficiali.

Bustina da campo per ufficiali caratterizzata dalla filettatura rossa lungo la cucitura superiore.




Giubba di cordellino nero con filettatura scarlatta al collo.



Giubba di cordellino nero con filettatura scarlatta al collo, ai paramani ed alle controspalline mobili; i bottoni in argento portavano le cifre reali in rilievo contornate da nodi di Savoia. In servizio si portava la camicia grigio-verde, in tenuta ordinaria, invece, camicia bianca e cravatta nera. Sopra i paramani erano applicati i distintivi di grado in galloni d'argento, mentre sulle controspalline si portava soltanto il fregio dell'Arma e sul collo gli alamari da ufficiale a foglia d'acanto. Ai pantaloni, doppia banda scarlatta con filetto centrale. Il cinturone con spallaccio era di cuoio nero con filettature scarlatte lungo i bordi; gli stivali erano neri con speroni.






Alamaro da ufficiale.

Particolari dell'alamaro da ufficiale con relative dimensioni.




Dettagli del fregio da berretto per ufficiali.






Dettagli del fregio da berretto per ufficiali; sotto, con fondo robbio, è il fregio per comandanti di Legione e la cifra reale.








Berretti in panno castorino nero.


Berretti in panno castorino nero; il primo ha le dimensioni per gli ufficiali superiori, l'altro per gl'inferiori.




Controspallina mobile per ufficiali superiori e inferiori.


Controspalline mobili per ufficiali superiori e inferiori.




Dettagli dei bottoni d'argento.


Dettagli dei bottoni d'argento per la giubba.




Elmetto metallico modello 1933.
Esemplare dell'elmetto metallico modello 1933 adottato con circolare del 29 dicembre 1934, la quale così recitava: "Il Ministero è venuto nella determinazione di sostituire il vecchio elmetto metallico finora in servizio, con altro, nuovo tipo, esteticamente diverso e di maggiore efficienza protettiva... L'elmetto nuovo tipo si compone di un casco in acciaio speciale, termicamente trattato, e di una cuffia interna fissata al primo a mezzo di tre copiglie a bottone. La cuffia interna, a sua volta è costituita da: un'armatura elastica in acciaio; un feltro di guarnitura; una guarnitura in pelle di capra; un lacciuolo anche in pelle di capra; un soggolo in pelle di vacchetta, di colore grigio-verde...". La circolare vietava in maniera assoluta di eseguire applicazioni di fregi o distintivi, mediante perforazioni o saldature del casco, che avrebbero potuto ridurne l'efficienza protettiva.