Menu
Mostra menu

Innovazioni uniformologiche con l'adozione del grigio-verde

Tavola di Giorgio Cantelli raffigurante due militari ciclisti è un carabiniere guardia del re (corazziere) in tenta grigio-verde da guerra.
Contemporaneamente all'adozione del grigio-verde, numerose furono le innovazioni uniformologiche introdotte e pubblicate sul Giornale Militare Ufficiale. Com'è detto nel testo, il grigioverde venne adottato per i Corpi dell'Esercito, ad eccezione dell'Arma dei Carabinieri, il 4 dicembre 1908, ed esteso a quest'ultima nel 1915, in giugno per i sottufficiali e militari di truppa, in luglio per gli ufficiali.

A parte l'importante e fondamentale svolta uniformologica, fra il 1909 e il 1915 numerosi furono gli aggiornamenti, quasi tutti, però, attinenti ad elementi di dettaglio dell'uniforme, quali il berretto, i gradi e i distintivi. Vengono riportati integralmente i relativi decreti pubblicati sul Giornale Militare Ufficiale.



Ten. colonnello Teodoro Pranzetti davanti alla sua tenda in trincea, in uniforme grigio-verde.
ADOZIONE DELL'UNIFORME DA CAMPAGNA DI PANNO GRIGIO-VERDE. (Dal Giornale Militare Ufficiale del 4 dicembre 1908). E' adottata un'uniforme da campagna di panno grigioverde per i corpi di fanteria di linea, bersaglieri, alpini, cavalleria, artigliera e genio. Tale uniforme verrà distribuita alle truppe fin dal tempo di pace e sarà usata in tutte le esercitazioni, campi, manovre, ecc., sostituendo l'attuale uniforme di marcia in tutti i servizi nei quali essa è prescritta. Oltre l'uniforme da campagna la truppa conserverà, in guarnigione, l'attuale giubba di panno turchino ed i corpi di fanteria di linea, di artiglieria da costa e da fortezza e del genio sostituiranno il cappotto con la mantellina pure di panno turchino. La truppa dei reggimenti alpini avrà, anche in guarnigione, la mantellina di panno grigio-verde e così pure l'artiglieria da montagna che sostituirà tale mantellina all'attuale cappotto. I corpi continueranno, in guarnigione, a far uso per il momento, del copricapo che hanno attualmente in distribuzione.

MANTELLINA DI PANNO GRIGIO-VERDE. La mantellina è allestita con panno grigio-verde pesante per vestiario da truppa alto metri 1.30. Si compone di un corpo e di un bavero. Il corpo è di forma circolare diviso in due parti cucite fra di loro nel mezzo nella parte posteriore. Il corpo internamente è fornito di sottopanno a forma circolare in corrispondenza delle spalle ed a forma di rettangolo gradatamente decrescente per tutta la lunghezza del davanti. I lembi anteriori che formano i davanti portano, quello di sinistra nella parte interna a circa 280 millimetri dall'attaccatura del bavero una linguetta dello stesso panno della mantellina provvista di occhiello, e quello di destra esternamente un bottone piccolo di carta compressa in corrispondenza della linguetta. Il lembo sinistro è fornito in prossimità dell'attaccatura del bavero di una martingala di panno grigio-verde, fermata con due bottoni piccoli di carta compressa, in modo che la martingala resta nascosta quando il bavero è abbassato. Il lembo destro porta un bottone piccolo di carta compressa al quale può essere assicurata la martingala se si tiene chiusa la mantellina sul davanti. Il bavero è rovesciato e si chiude sul davanti con un gangherello e rispettiva maglietta. Si compone del soprabavero e del sottobavero entrambi di panno grigio-verde. Il sottobavero è rinforzato internamente con tela di cotone basino color filo greggio per fodera e trapuntato con cuciture a macchina. All'estremità destra il sottobavero porta una martingala di panno grigio-verde assicurata con due bottoni piccoli di carta compressa ed all'estremità di sinistra è fornito di un bottone piccolo di carta compressa al quale può essere fermata la martingala del bavero allorquando questo è tenuto alzato.


Militare in uniforme grigio-verde di panno


PANTALONE DI PANNO GRIGIO-VERDE PER MILITARI DELLE ARMI A PIEDI Il pantalone è costruito con panno grigio-verde leggero per pantaloni alto metri 1.30. Si compone di due gambali e di una cintura. I gambali hanno forma rientrante al fondo in modo da poter entrare nei gambaletti degli stivali e formare su di essi un rimbocco di circa 3 centimetri. All'estremità inferiore di ogni gambale dal lato esterno per un tratto di centimetri 5 circa è lasciata un'apertura (sparato) i cui lembi sono piegati ad orlo. All'unione di detta apertura è praticata una forte cucitura trasversale di rinforzo della lunghezza di centimetri 2 circa. I due gambali del pantalone terminano al fondo con due striscie raddoppiate di tela di cotone basino color filo greggio per fodere aperte lateralmente in continuazione dello sparato e fornite di legacci costituiti da due nastri di cotone color grigio-verde. Il pantalone è fornito di due tasche che si aprono in corrispondenza della cucitura esterna di ogni gambale in prossimità della cintura.


Posteriormente fra la cintura ed i gambali sono posti come rialzo due striscie triangolari di panno. Per meglio adattare il pantalone alle anche sono praticati in alto alla distanza di millimetri 80 dal fianco, due tagli ad angolo col vertice in giù i di cui lembi sono riuniti da cuciture. Lo sparato della parte anteriore del pantalone è fornito di due liste di panno; quella di destra ha tre bottoni mezzani d'osso annerito a due fori ed un occhiello; quella di sinistra ha tre occhielli in corrispondenza di detti bottoni. La cintura ha esternamente verso l'estremità anteriore della parte destra due bottoni mezzani d'osso annerito a due fori ed una maglietta di ferro; nella corrispondente parte sinistra due occhielli ed un gangherello ed internamente a circa 7 centimetri è applicato un bottone mezzano d'osso annerito a due fori. Nella parte posteriore del pantalone in prossimità della cintura sono applicate due linguette di panno foderate di tela di cotone basino color filo greggio; a quella di sinistra nella sua estremità libera è applicata una fibbia di ferro. La fodera per le tasche, per la cintura, per i rialzi, per lo sparato anteriore, per l'estremità dei gambali è quella denominata tela di cotone basino color filo greggio per fodera.

PANTALONE DI PANNO GRIGIO-VERDE PER MILITARI DELLE ARMI A CAVALLO Il pantalone di panno grigio-verde per militari delle armi a cavallo è allestito con panno grigio-verde leggero per pantaloni alto metri 1.30. Si compone di due gambali e di una cintura. I gambali sono a taglio alto sulla coscia, stretti al ginocchio ed arrivano fino al collo del piede, al quale sono assicurati mediante due nastri. Inferiormente ciascun gambale ha nella parte interna un'apertura lunga circa 100 millimetri ed è provvisto di due nastri di cotone di color grigio-verde lunghi circa millimetri 410. Internamente lungo detta apertura ed in giro all'estremità inferiore dei gambali è cucita una striscia di tela di cotone basino color filo greggio che serve come rinforzo. Per tutta la lunghezza dei gambali sono praticate una a destra ed una a sinistra della cucitura esterna altre due cuciture a macchina che assicurano un nastro di cotone di color grigio-verde posto internamente come rinforzo. A partire dal fondo di ogni gambale e fino a 100 millimetri circa sopra il ginocchio, nella cucitura esterna sono lasciati due rimessi dell'altezza di millimetri 20 circa che dal ginocchio in su vanno gradatamente diminuendo. Nella parte posteriore di ciascun gambale, ed all'altezza del ginocchio, sono praticati trasversalmente due tagli incavi al centro, riuniti con cuciture e rinforzati internamente con un nastro di cotone color grigio-verde assicurato con due cuciture a macchina. Posteriormente fra la cintura ed i gambali sono poste come rialzo due striscie triangolari di panno.

Per meglio adattare il pantalone alle anche sono praticati in alto alla distanza di millimetri 80 dal fianco due tagli ad angolo col vertice in giù i di cui lembi sono riuniti con cucitura. Sotto la cintura nella parte posteriore del pantalone sono applicate due linguette dello stesso panno dei pantaloni rinforzate internamente con tela di cotone basino di color filo greggio per fodera; quella di sinistra porta all'estremità libera una fibbia di ferro. Lo sparato della parte anteriore del pantalone è formato di due riporti di panno, quello di destra ha due bottoni mezzani d'osso annerito a due fori ed un occhiello, quello di sinistra è foggiato a bottoniera coperta ed ha tre occhielli in corrispondenza dei detti bottoni. Per le tasche sulla parte anteriore di ciascun gambale è praticato un taglio quasi orizzontale leggermente inclinato verso i fianchi. I lembi di detto taglio sono rinforzati internamente con panno grigio-verde. Nella parte interna dei gambali all'altezza del ginocchio, sono applicati come rinforzo due topponi di panno grigio-verde assicurati al pantalone con parecchie cuciture ad angolo. La cucitura ha esternamente, verso l'estremità anteriore della parte destra, due bottoni mezzani d'osso annerito a due fori ed una maglietta di ferro, e, nella corrispondente parte sinistra, due occhielli ed un gangherello di ferro. Nella parte interna della cucitura è applicato un bottone mezzano d'osso annerito a due fori. La fodera adottata per le tasche, per la cintura, per i vari rinforzi, per i rialzi e per lo sparato è la tela di cotone basino color filo greggio per fodere.