Menu
Mostra menu

Le Armi per la difesa dell'unità d'Italia: Sciabole umbertine

Particolare del finimento della sciabola da Artiglieria a cavallo mod. 1833, adottata per marescialli dell’Arma a piedi.
Per quanto riguarda l'Arma a cavallo, fino a tutto il 1872 continuò ad essere armata con le sciabole modello 1860, piuttosto pesanti, senz'altro di buona fattura e di ottimi materiali, tuttavia costose; poi, con nota n.4 del 30 ottobre 1872, tutti i Corpi di cavalleria vennero dotati di una sciabola meno costosa e meno pesante, detta modello 1871, con impugnatura di legno e fodero con una campanella fino al grado di vicebrigadiere, con due per i brigadieri e inoltre con impugnatura in ebanite nera per i marescialli.

L'Arma a piedi continuò ad essere equipaggiata con le originarie sciabole da fanteria (daghe) modello 1814-34 sino al grado di brigadiere; per i marescialli occorre fare un discorso a parte, applicando il metodo induttivo. L'abbondante iconografia dell'epoca illustra i marescialli a piedi muniti di sciabole modello 1833 da artiglieria, ma al momento non è stato possibile reperire un solo documento che dica quando quelle armi vennero adottate. Possiamo però fare un'ipotesi.



Sciabola da cavalleria modello 1871.
Sappiamo che il dispaccio del Ministro della Guerra n. 6542 del 29 novembre 1856, indirizzato al "Comandante del Corpo dei CC RR", soppresse l'uso della spada (l'Albertina mod. 1833) per gli ufficiali e i marescialli a cavallo, mantenendolo per quelli a piedi. Ancora nella nota n. 172 del 4 ottobre 1862 "Base dell'armamento delle Legioni Carabinieri Reali", nel prescrivere tra l'altro la sciabola di cavalleria ai componenti della Fanfara, riportava ancora la spada per i marescialli a piedi. Ma l'atto n. 35 del 2 marzo 1875 apportava modifiche al cinturino per appendere la sciabola dei marescialli, senza distinzione di specialità. Inoltre il Bollettino dell'Arma del 1879, alla lista degli arredi, menzionava specificamente una "sciabola per marescialli d'alloggio a piedi", che dalle foto coeve sappiamo trattarsi della modello 1833 da artiglieria. Possiamo quindi verosimilmente azzardare che il cambiamento avvenne tra il 1871 ed il 1873, allorchè furono sostituiti anche i modelli di sciabola di tutta l'Arma a cavallo. Pure gli ufficiali, infatti, nel 1873 ebbero in dotazione la nuova sciabola da cavalleria adottata il 13 novembre di quell'anno e derivata dal modello 71 da truppa, cui era stata alleggerita la lama e modificata la guardia.