Menu
Mostra menu

Immagine descritta nella didascalia sottostante




Alla stazione di Vico Equense venne denunciata un'aggressione fatta da quattro camorristi noti ai carabinieri. Incontratili per la via, i militari li invitarono a seguirli in caserma, ma gli uomini ingaggiarono una violenta lotta, usando bastoni e coltelli. Un carabiniere, stretto al muro con un serramanico alla gola, fece fuoco facendo stramazzare il suo assalitore. Un altro delinquente, che stava per aggredire un carabiniere con un nodoso bastone, fu ferito ad un braccio. Gli altri due furono tratti in arresto.

(Da "La Tribuna Illustrata" dell'8 marzo 1908)