Menu
Mostra menu

Immagine descritta nella didascalia sottostante




Un soldato alpino, verso le 18 del giorno 22, con tempo relativamente calmo, partì da Argentera per recarsi a Bersezio; ad un certo punto però fu colto da malore improvviso, e sopraffatto dalla fatica perdette i sensi e si abbandonò sulla neve. Constatata la sua assenza si organizzò una piccola carovana di soccorso: partirono da Argentera il tenente e parecchi soldati alpini; ad essi si unirono pure due carabinieri che chiesero al tenente di poter contribuire all'opera di salvataggio del povero soldato. Dopo lunga e faticosissima marcia, scorsero il povero soldato disteso nella neve, gemente, avvolto nella mantellina. Egli venne immediatamente ed efficacemente soccorso e trasportato all'Argentera, dove, mercé le cure apprestategli dai commilitoni il soldato poté, dopo poche ore, riaversi completamente.

(Da "La Tribuna Illustrata" dell'8 aprile 1900)