Menu
Mostra menu

Immagine descritta nella didascalia sottostante




Domenico Tiburzi, il "re della macchia", il brigante leggendario e feroce, è stato sorpreso e dopo un forubono conflitto a fuoco è stato ucciso nella macchia di Capalbio da carabinieri vestiti in borghese. Il Tiburzi, che era nato nel 1836, sfidava impunemente da oltre 20 anni la pubblica forza. Era colpito da 17 mandati di cattura: 7 per omicidio, 2 per evasione, 4 per grassazione, 4 per estorsioni, incendi e sequestri di persona.

(Da "La Tribuna Illustrata" dell' 8 novembre 1896)