Menu
Mostra menu

Immagine descritta nella didascalia sottostante




Partiti dalla caserma di Mascioni, in Abruzzo, i carabinieri all'alba del 29 novembre 1867 mossero verso la macchia di Chiarino, agli ordini del vice-brigadiere Chiaffredo Bergia. Erano alla ricerca di una banda di pericolosi masnadieri, da tempo braccata. Giunti nei pressi di una rozza capanna, sommersa alquanto dalla neve, Bergia vi praticò un buco col coltello, intravvide nell'interno tre briganti e, senza por tempo, si lanciò per la porla e assaligli occupanti. Sopraggiunse subito dopo il carabiniere Renzo Agresta e in pochi secondi la banda fu immobilizzata e arrestata. Questa operazione valse al Bergia la promozione a brigadiere.

(Dalle dispense - I Briganti celebri -, Edizione Perino)