Menu
Mostra menu
I CORAZZIERI
La Bandiera

Corazzieri_50Per un secolo, dal 1868 fino al 1978, i Corazzieri non hanno avuto uno stendardo.

Il Reparto, già dal 1965 divenuto comando di corpo e quindi in possesso di autonomia e funzionalità sotto i profili di comando operativo, logistico, amministrativo e disciplinare, aveva i presupposti necessari per ottenere una Bandiera di Guerra, tanto quanto quei battaglioni e quelle unità equivalenti che ne furono dotati, soprattutto con la ristrutturazione dell’Esercito del 1976.

Fu il 12 dicembre del 1978 che, su proposta del Ministro della Difesa, On. Attilio Ruffini, il Presidente della Repubblica Sandro Pertini, con proprio decreto, concesse la Bandiera di Guerra all’allora Comando Carabinieri Guardie del Presidente della Repubblica.

Il vessillo fu realizzato con le misure previste per i reparti a cavallo, ovvero quelle di uno stendardo.

Corazzieri_51

Il drappo tricolore, frangiato d’oro, misura 60 x 60 centimetri ed è ripartito verticalmente in tre bande di eguali dimensioni, come vuole la Costituzione.   

Sul gambo della freccia del puntale, seguendo un’antica tradizione, sono iscritte le denominazioni assunte dal Reparto nel corso del tempo.

Il 26 maggio 2011, il Ministero della Difesa ha concesso la Croce d’Oro al Merito dell’Arma dei Carabinieri allo Stendardo di Guerra del Reggimento Corazzieri. Il vessillo è stato così decorato, in occasione del 197° Annuale di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, per il prestigio conferito all’Istituzione nel corso dei 143 anni di servizio dei Corazzieri nella Benemerita.


Corazzieri_49