Menu
Mostra menu
I CORAZZIERI
Il Reggimento

Oggi il Reggimento Corazzieri è un’unità speciale dell’Arma dei Carabinieri costituita presso la Presidenza della Repubblica e posta sotto la sua alta Autorità.

Responsabilità primaria del Corpo è la guardia d'onore e la sicurezza ravvicinata del Presidente della Repubblica nonché la sicurezza delle residenze presidenziali.

Al di fuori del Palazzo del Quirinale il servizio di protezione al Capo dello Stato è assicurato da una struttura interforze Carabinieri e Polizia di Stato, oltre che dalla scorta d'onore dei Corazzieri in motocicletta o a cavallo, a seconda della solennità degli eventi.

Inoltre il Reggimento svolge compiti di guardia e scorta d'onore ai Capi di Stato in visita di Stato e ufficiale e funzioni di polizia giudiziaria, polizia militare e di pubblica sicurezza all'interno del Palazzo del Quirinale.

Il Reparto è attualmente ordinato su un Ufficio Comando, un Gruppo Squadroni dal quale dipendono due Squadroni, un Reparto di Sicurezza, un Servizio Amministrativo, un Servizio Sanitario e un Servizio Veterinario. Dal Reggimento Corazzieri dipende, poi, sotto il profilo disciplinare e amministrativo, il Reparto Carabinieri Presidenza della Repubblica che ha mantenuto dipendenza funzionale dalla Sovraintendenza Centrale dei Servizi di Sicurezza della Presidenza della Repubblica.

I Corazzieri, per quanto concerne il reclutamento, vengono selezionati tra i militari dell’Arma dei Carabinieri che abbiano particolari requisiti morali e disciplinari nonché l’alta statura e una fisicità armoniosa.

Gli “allievi” entrano a far parte del Reggimento Corazzieri solo dopo aver svolto un tirocinio pratico della durata di 6 mesi durante il quale vengono affinate le capacità tipiche dei servizi del Reparto. Il periodo formativo si conclude con un esame per il conseguimento della specializzazione equestre e per la valutazione dell’apprendimento di quelle conoscenze teoriche e tecniche e dell’istruzione formale che caratterizzeranno il loro peculiare futuro servizio a cavallo, in motocicletta, come addetto alla sicurezza del Capo dello Stato e nei servizi di rappresentanza più solenni, ippomontati e non.

Per conservare nel tempo ed adeguare tali standard di efficienza al mutare delle esigenze, la formazione del Corazziere continua nel corso di tutta la sua futura carriera, in ogni settore di impiego, dagli aspetti tecnico-professionali, allo studio di norme e regolamenti con una particolare attenzione alla cura della salute ed alla forma fisica, per poter, tra l’altro, sopportare, anche in età non più giovanile, i servizi più gravosi, come quelli che prevedono l’uniforme di Gran Gala, col suo peso di circa 10 chilogrammi dato da elmo e corazza, da indossare per ore, sia a piedi che a cavallo ed in qualsiasi condizione atmosferica.